Si svolgerà a Roma venerdì 2 e sabato 3 dicembre, presso le sedi della Camera dei Deputati (il 2/12) e dell'Hotel Exedra-Boscolo (il 3/12), il III Congresso Internazionale di Terapia Oncologica, organizzato da A.R.T.O.I (www.artoi.it).

Per l'occasione giungeranno nella capitale 200 primari di fama mondiale. Fra le sessioni in programma, particolare attenzione sarà rivolta a quella della “nutrizione in oncologia” e, a tal proposito, tra i prodotti al centro del dibattito ci sarà il Negroamaro. Recenti studi, infatti, hanno rivelato che il vitigno pugliese, grazie all'alta concentrazione di resveratrolo, sembra essere particolarmente prezioso non solo in campo cardiovascolare ma anche oncologico.

L'assessorato alle Risorse Agroalimentari della Regione Puglia ha voluto condividere questo progetto quale opportunità per proseguire nell'azione di promozione e valorizzazione delle eccellenze del nostro territorio contribuendo, nel contempo, a una nobile causa. L'assessore Dario Stefàno sarà presente anche con un suo personale intervento in programma sabato 3 alle ore 16.00.

“È scientificamente provata – commenta l’assessore Stefàno - l'eccezionale presenza di resveratrolo nel nostro Negroamaro, aspetto questo che per noi rappresenta non solo un motivo di orgoglio, per lo straordinario contributo alla prevenzione dei processi degenerativi e delle malattie tumorali, ma anche un valore aggiunto per la valorizzazione e la commercializzazione dei nostri vini, verso consumatori sempre più attenti non solo al gusto e alla storia di un vitigno e del suo territorio, ma anche agli aspetti salutistici. In un bicchiere di Negroamaro, come hanno provato numerosi studi scientifici, si concentra un cocktail di principi attivi benefici che fanno dei vini pugliesi un alleato formidabile nella conduzione di uno stile di vita attento ed equilibrato. Per noi, insomma, rappresenta una ragione in più per supportare i vini pugliesi nell’azione di valorizzazione e promozione”.

La sessione dedicata all'alimentazione sarà curata dal celebre antropologo alimentare, nonché “gastrosofo” di fama internazionale, Sergio Grasso.

Il Negroamaro, proprio in virtù delle sue qualità, regalerà così all'intera regione un'immagine altamente positiva, sinonimo di gusto e benessere. Per l'occasione, i presenti riceveranno materiale informativo e promozionale, a cura del Movimento Turismo del Vino Puglia, relativo alle eccellenze turistiche e agroalimentari dei diversi territori. Inoltre, essi potranno scoprire alcuni esempi significativi di Negroamaro grazie alla degustazione condotta da un sommelier d'eccezione, Alessandro Scorsone, grande esperto di vini, estimatore della Puglia e noto volto televisivo.

Ecco le cantine e i vini partecipanti: Alberto Longo - Capoposto Puglia igt 2008, Cantina San Donaci - Fulgeo Salento igp 2007, Cantina Sociale Sampietrana - Tacco Barocco Salento igt 2007, Cantolio - 13,5 Negroamaro Salento igt 2010, Cantore di Castelforte - Masseria Tre Torri Salento igt 2010, Castel di Salve - Cento su Cento Salento igt 2008, Cooperativa Produttori Agricoli - Campo Appio Salento igt 2009, De Falco - Salore Salice Salentino doc 2007, Duca Carlo Guarini - Piutri Salento igt 2008, Due Palme - Canonico Salento igp 2009 - Feudi di San Marzano - F Salento igt 2008, L'Astore Masseria - Filimei Salento igt 2009, Leone de Castris - Elo Veni Salento igt 2010, Masseria Li Veli - Salice Salentino Riserva doc 2008, Menhir - N Zero Salento igt 2009, Mottura - Le Pitre Salento Rosso igt 2009, Palamà - Metiusco Salento Rosato igt 2010, Paolo Leo - Orfeo Salento igt 2009, Produttori Vini Manduria - Neama Salento igt 2010, Schola Sarmenti - Nerio Riserva doc 2006, Soloperto - Negroamaro Salento igt 2010, Taurino Cosimo - Notarpanaro Salento Rosso igt 2004, Teanum - Otre Puglia Rosso igt 2010, Tormaresca - Masseria Maime Salento igt 2008, Torre Quarto - Sangue Blu Puglia igt 2009, Torrevento - Matervitae Puglia igt 2010, Vecchia Torre - Salento Puglia igt 2009, Vigne & Vini - Schiaccianoci Salento igp 2008.